Tag: ibm Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • GNUpress 09:52 il 14 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , ibm, , ,   

    Java: riassunto delle puntate precedenti! 

    il tumulto creatosi  attorno al linguaggio Java non è ancora giunto al termine. In attesa della prossima mossa, un riepilogo di quello che è accaduto negli ultimi mesi.
    1 Oracle acquista Sun microsystems e di consequenza Java!
    2 Oracle cita in giudizio Google, sostenendo che la versione di Java utilizzata in Android SDK  viola i diritti d’autore.
    3 IBM abbandona il progetto open source  Harmony (portato avanti dalla Apache foundation) e si è impegnata con Oracle per supportare Open JDK.
    Apple ha deprecato Java smettendo di sviluppare una specifica JVM per Mac
    5  Oracle dichiara di essere intenzionata a rilasciare due versioni di Java di cui  una apagamento!
    6 la Apache foundation si scaglia contro  Oracle è dichiara: “stanno violando i loro obblighi contrattuali come previsto dalle norme del JCP”
    7  Apple entra in Open JDK per sviluppare java su mac!

     

    Annunci
     
  • GNUpress 08:29 il 10 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , ibm, , , ,   

    E’ guerra tra Apache e Oracle 

    la Apache Software Foundation ha invitato gli altri membri del Java Community Process (JCP) a votare contro la proposta della prossima versione del linguaggio (Java 7). Il fatto che Oracle voglia rilasciare due versioni di JVM va intenzionalmente contro i termini di licenza per la tecnologia Java. Oracle ,secondo, la Apache Foundation, dovrebbe continuare ad imporre licenze e modalita’ open-source per l’utilizzo del linguaggio e della rispettiva virtual machine.
    Per chi non lo sapesse, le specifiche del linguaggio Java sono stabilite da una comunita’ la, java Community Process, dove prendono parte con potere decisionale sia fondazioni open source sia aziende con scopi di lucro. I movimenti politici all’interno della Java Community Process sono in agitazione, IBM, Red Hat E la Eclipse Foundation potrebbero probabilmente  unirsi alla Apache Foundation per contrastare le (cattive)  intenzioni di Oracle.
     
  • GNUpress 18:49 il 24 October 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: ibm, Lotus Symphony, ,   

    Rilasciata Lotus Symphony 3 

    Lotus Symphony è ora disponibile nella  versione 3 ed è sempre basata sul codice di OpenOffice.org. L’ultima versione stabile di IBM Lotus Symphony (versione 1.3) risaliva al  giugno 2009.  Nel frattempo c’è stato il divorzio tra Oracle e gran parte della comunità OpenOffice.org, quest’evento ha dato vita a LibreOffice.
    Non so se questo farà  guadagnare a Lotus Symphony quella popolarità e quell’apprezzamento che gli utenti ad oggi non gli hanno riservato .  Per questo  sempre con il codice di OOo, IBM sta lavorando al progetto  Concord, una sorta di Lotus Symphony riveduta profondamente. Con la speranza che finalmente giunga quella diffusione che  sia motivo di preoccupazione per  Microsoft Office e le suite Web-based(Google Doc).
    L’idea che sta alla base di Lotus Symphony  è una Suite per l’ufficio gratuita, multi-piattaforma, con le medesime funzionalità di OOo ma impiantata in una interfaccia del tutto diversa, che comprende  la gestione dei documenti (testo, tabelle o presentazione) in più schede all’interno della stessa finestra. Tra le tante novità di questa versione il supporto alle macro di Visual Basic,agli  oggetti OLE di Office 2007, il supporto allo standard ODF 1.2, la capacità di integrare nelle presentazioni file audio e video
     
  • GNUpress 17:24 il 19 October 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , ibm   

    La partecipazione all’open source in base al traffico email! 

    Internet offre un mondo infinito per l’ esplorazione dei dati.  In considerazione di questo bisogna però considerare il fatto che  tutto è  molto  approssimativo (perché i dati non sono completi, o  hanno una dinamica propria,difficile da contestualizzare …) ma che  possiamo comunque  imparare ed elaborare informazioni  molto utili. Questo è il caso dell’articolo su redmonk  che tratta del traffico  di posta elettronica di aziende impegnate su progetti del software libero! I dati sono stati raccolti nelle mailing list dei lavoratori così da poter dedurre in modo indiretto quanto un’azienda possa contribuire con i suoi sviluppatori  ai progetti open. I dati sembrano essere raccolti in modo molto accurato partono dal 1998, ci sono anche dei confrontii diretti  tipo HP VS IBM (vince IBM) o Canonical VS novel VS REd Hat (Vince Redd Hat perde Novel.)
     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla