Tag: free software foundation Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • GNUpress 10:28 il 18 December 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , free software foundation, , , ,   

    Adobe Reader fuori da 172 siti istituzionali grazie alla FSF 

    Il lettore di documenti PDF Adobe Reader viene proposto esplicitamente per il download  sulla stragrande maggioranza dei siti istituzionali di stati ed organizzazioni! Con costanza e precisione certosina i volontari della Free Software Foundation Europe hanno catalogato tutti i siti e inviato delle lettere informative sulla scorrettezza di tale pratica! Come riportato sul sito della FSFE:
    solo un mese dopo l’invio delle lettere per la campagna PDFreaders della FSFE , 172 istituzioni pubbliche hanno rimosso la pubblicità per il reader proprietario  PDF dal loro sito web. In particolare spiccano gli interventi di Croazia , Russia e Slovenia . In Croazia quasi tutte le istituzioni riferiscono di aver cancellato l’annuncio. La metà di quelli contattati in Russia e Slovenia hanno soddisfatto la richiesta della FSFE.
    Annunci
     
    • GNUpress 12:18 il 18 dicembre 2010 Permalink | Rispondi

      @luca
      Ho deciso di non approvare il tuo commento, non per la natura dell’opinione espressa ma per il linguaggio poco educato nei confronti di volontari che partecipano attivamente alla comunità! Se avrai voglia di esprimere le tue opinioni su questo piccolo blog io ti prego di farlo senza offendere il tuo prossimo ed evitando di usare più di una parolaccia per ogni quattro termini!

    • Luca 12:36 il 19 dicembre 2010 Permalink | Rispondi

      Comprendo e mi scuso…ma leggere certe cose…che vantaggi si può avere togliendo un link per il download di adobe reader? nessuno…le persone che non hanno dimestichezza con il pc dovranno documentarsi da soli per leggere un pdf!…è software closed source? e allora? queste crociate sono inutili e controproducenti!
      ps: il suddetto commento non vuole essere in nessun modo polemico verso questo blog

  • GNUpress 08:46 il 30 October 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , free software foundation, , , ,   

    Tutti i programmi in GPL fuori dall’App Store 

    Le nuove regole scritte per l’App Store chiudono la porta in faccia a molti progetti open dal sistema di distribuzione dei programmi in OsX! Si sta verificando il rovescio della medaglia; Lo sviluppatore Rémi Denis-Courmont membro di spicco della comunità VLC,player multi piattaforma tra i più diffusi, ha scritto ad Apple lamentandosi del fatto che le regole dell’ App Store, in cui è distribuito il programma, sono in discordanza con la  GPL poichè s’impedisce agli utenti  la libera distribuzione. Un caso simile  è quello  GNU Go (che è  stato distribuito attraverso l’App Store) e della  FSF che ha mosso le identiche obiezioni di Rémi . Alla  Apple  hanno scelto  semplicemente di rimuovere il software da App Store. Rémi si aspetta che   lo stesso trattamento venga riservato per VLC.   “gli utenti OsX  potranno essere privati  del media player VLC, come conseguenza del controllo stretto e  intransigente che Apple mantiene sulle applicazioni .”
     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla