Tag: economia Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • GNUpress 09:00 il 20 December 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , economia, ,   

    Accordo Cloud tra Red Hat ed Eucalyptus 

    Eucalyptus e Red Hat hanno raggiunto un accordo in base al quale si sono associati con l’intenzione di aumentare la loro offerta di cloud computing. Eucalyptus è un fornitore di soluzioni per le aziende nel settore del  cloud computing e Red Hat cerca un punto d’appoggio per poter potenziare i servizi in questo settore.
    Le due aziende collaboreranno per integrare le loro tecnologie , tutti i dettagli dell’accordo sono riportati sul sito eucalyptus.com .
    Red Hat sta lentamente cercando di seguire il  fenomeno del cloud computing, per rispondere alla concorrenza di altri sistemi Linux, uno su tutti Ubuntu Enterprise Cloud di Canonical. L’ impatto di questo accordo nel settore dei cloud computer con sistemi Linux,sara’ sicuramente determinante visto che Red Hat ha già una posizione di forza nel mercato server rispetto alla concorrenza!
    Annunci
     
  • GNUpress 11:04 il 19 December 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: economia, , , , , , , wep app   

    Bank of America: se usi Linux noi non garantiamo 

    La questione sul supporto a Linux per i servizi online offerti da banche e società finanziarie è già noto! Nel caso di Bank of America, gli utenti che utilizzano Firefox su un sistema Linux possono tranquillamente accedere ai servizi online nel massimo delle funzionalità!Il punto è che Bank of America, membro d’argento della Linux Foundation, prima di far accedere gli utenti,  chiede loro  di accettare alcune condizioni per poter offrire garanzia di sicurezza e affidabilità del servizio, tra queste spiccano i sistemi operativi supportati che sono Windows e OsX. In pratica, tu che usi Linux puoi utilizzare i nostri servizi online ma a tuo rischio e pericolo! Qui c’è tutta la storia completa sulla faccenda con tanto di risposte ufficiali!
     
  • GNUpress 19:15 il 16 December 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , economia, , , , ,   

    Microsoft, Apple, Oracle e EMC hanno acquistato gli 882 brevetti Novell 

    Si scopre l’arcano mistero sulla misteriosa società fantoccio creata da Microsoft per l’acquisto, con 400 e passa milioni di dollari, dei brevetti Novell! Secondo quanto scritto da Alan Shimel,  dietro la società fantoccio non c’erano delle aziende fantoccio controllate da Microsoft ma alcuni tra i maggiori colossi IT:Apple, Oracle ed EMC. Se vera, la notizia è sorprendente!
     
    • red/ 11:51 il 17 dicembre 2010 Permalink | Rispondi

      Ciò cosa comporterà per gli utenti delle altre distribuzioni? Che genere di limitazioni potrebbero creare?

      Le altre distribuzioni linux che hanno un po’ di soldi (tipo Red Hat) come hanno commentato l’ accadimento, cosa propongono di fare in futuro se dovesse fallire un’ altra distribuzione linux di quelle famose?? (ricordo che dai blog leggevo che c’ era mancato poco che fallisse Mandriva….)

  • GNUpress 19:55 il 24 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: economia, , , , , suse   

    Novell non ha veduto Unix! 

    In realtà Novell ha venduto Unix solo che non lo ha incluso tra quelle proprietà intellettuali accaparrate da Microsoft! Lo ha ceduto ad Attachmate cedendo anche se stessa!
     
  • GNUpress 07:34 il 24 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , economia, elf, , ,   

    Enlightenment sul frigorifero 

    Non sono ancora arrivate alla versione 1.0 che gia’ alcune aziende le rendono operative! Samsung le utilizza sui suoi  smart-phone basati sul sistema operativo open! Ora un nuovo estimatore si avvicina  a Enlightenment utilizzando  le librerie ELF per i suoi prodotti! Si tratta della Elettrolux, multinazionale produttrice di elettrodomestici, che per il touch screen del suo frigorifero da cucina Infinity I–  adopera le librerie ELF!
     
  • GNUpress 10:48 il 23 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , economia, ,   

    Ubuntu toccasana per le casse della Gendarmeria Francese 

    Un connubio strano, ma di successo! La Gendarmerie Nationale all’inizio del 2008 aveva presentato un piano di migrazione da sistemi proprietari a tecnologie Open Source! La scelta era ricaduta su Ubuntu anche attraverso l’egida di produttori di computer del calibro di Dell! La Gendarmerie Nationale non e’ un’istituzione da poco, impiega piu’ di 100.000 uomini in quasi tutti i continenti e possiede piu’ di 80.000 computer! Il piano di migrazione e’ stato diluito nel tempo, la sua fine e’ prevista per il 2015! Nel frattempo, Canonical pubblica un piccolo resoconto dell’opera fin qui compiuta! Basta citare un solo dato su tutti quelli positivi elencati dalla societa’ : il risparmio della Gendarmeria Francese arriva a circa 2 milioni di euro l’anno con l’utilizzo di Ubuntu al posto di Windows!
     
    • christian m 13:00 il 23 novembre 2010 Permalink | Rispondi

      si e quando avranno i primi problemi i soldi li dovranno sborasare comunque, ma poi che scelta e’ ubuntu??? siamo veramente al ridicolo, e poi dicono di microsoft… LOL!

      • GNUpress 13:25 il 23 novembre 2010 Permalink | Rispondi

        Spiegati meglio, perchè dovranno sborsare i soldi e perchè non dovevano scegliere Ubuntu?

        • Sandro kensan 22:26 il 23 novembre 2010 Permalink

          Tutti i bollettini Microsoft lo dicono: chi passa a linux deve sborsare soldi per questo e per quell’altro motivo, alla fine conviene M$. Christian che è un attento lettore dei bollettini M$ ha imparato la storiella a memoria ed è venuto qui a raccontarcela. Bravo! 10 e lode!

          Linux Pardus user it.pardus-wiki.org

    • Giuliano 16:29 il 24 novembre 2010 Permalink | Rispondi

      Sandro….e se lo dicono i bollettini M$…:)

  • GNUpress 10:37 il 19 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: economia, , , , ,   

    The state of Mozilla 

    Annualmente la Mozilla foundation pubblica un  resoconto finanziario, sul blog ufficiale della fondazione c’e’ anche un post che tratta  della situazione economica con meno numeri e piu’ parole. Quello che non e’ esplicitamente detto sta nella’ piu’ grossa incognita finanziaria Mozilla: la dipendenza da  Google! Google e’ arrivato a rappresentare piu’ del 90% delle entrate!Molti tra esperti  e societa’ del settore vedevano in questa condizione di dipendenza un motivo di potenziale fragilita’. Secondo l’ultimo bilancio google e’ scesa all’86 per cento delle entrate totali quindi il rischio e’ diminuito, anche se 86 suona ancora come un numero troppo grande! I ricavi totali pari a 104 milioni di dollari,sono comunque aumentati del 34 per cento rispetto al  2008. Questa e’ una cosa positiva ma dato che  “la maggioranza delle entrate di Mozilla continua a essere generata dalla funzionalità di ricerca incluse in Firefox prodotte  da organizzazioni come Google, Yahoo, Yandex, Amazon, eBay e un’altra  manciata” una grande maggioranza dipende e proviene da Mountain View.

     

     
  • GNUpress 09:16 il 19 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: , economia, , , , , inkscape, , Photoshop   

    “Ehi, Adobe -porta Creative Suite su Ubuntu” 

    C’è una iniziativa popolare che chiede ad Adobe,sul servizio  Get Satisfaction , la possibilità che Creative Suite (Photoshop, InDesign e Illustrator) venga resa disponibile per Linux. L’iniziativa è stata resa popolare grazie alla pagina OMG dal titolo “Ehi, Adobe – porta Creative Suite su Ubuntu”.
    Sarebbe un grande passo avanti e di certo attraente per i per i professionisti che utilizzano o vorrebbero utilizzare la piattaforma Linux. Sarebbe un bene anche per GIMP , Inkscape, Krita e Karbon 14 che si troverebbero a confronto con un concorrente inaspettato su ambiente linux. I software devono coesistere in un habitat altamente concorrenziale per migliorare il prodotto. La proposta ha ricevuto piu’ di 4.000 voti.
     
  • GNUpress 19:06 il 7 November 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: economia, , , , , , sun   

    Ecco come ti uccido MySQL, OpenOffice e Java! 

    Larry Ellison non lo pensava sicuramente quando ha staccato l’assegno per l’acquisto di  Sun ma gli effetti delle scelte di Oracle stanno letteralmente uccidendo la possibilità di fare business attraverso alcuni tra i più preziosi progetti di software open source! Immagino a lungo termine quanti dollari si potevano incassare con il supporto per OpenOffice offerto a  privati,aziende ed enti pubblici! L’ultima è che molto probabilmente Oracle rilascerà due versioni della java virtual machine, una libera e gratuita l’altra potenziata e a pagamento! Non penso che Larry  sia uno stupido ma decontestualizzare dalla comunità open un progetto open equivale ad ucciderlo!Forse la scelta su Java è azzeccata ma non si può comprare un azienda come Sun solo per valorizzare Java? Facendo un breve ragionamento sulle scelte compiute ad oggi e tirando le somme tra effetti negativi e benefici credo che sia impossibile non chiedersi il perchè Oracle abbia acquisito Sun?
     
    • ice00 20:24 il 7 novembre 2010 Permalink | Rispondi

      Oracle aveva investito già molto su Java nel suo database da diversi anni (JDeveloper si integrava all’interno del database fornendo metodi di accesso nativi, per non parlare di stored procedure scritte in Java), per cui molto dell’acquisizione di Sun penso sia dovuto a questo.

      Del sistema operativo di Sun non gli serviva a molto (dato che ha la sua distribuzione Linux apposita da inserire come proposta software per i server), infatti penso sia già stato eliminato.

  • GNUpress 18:23 il 31 October 2010 Permalink | Rispondi
    Etichette: economia, , kde 4.5, , ,   

    [BUUUM!]Fusione tra Kde e le Qt? 

    Cornelius Schumacher con  un messaggio sulla mailing list ufficiale di Kde rende pubbliche le discussioni nate attorno la possibilità di fondere letteralmente i progetti delle librerie Qt con le librerie Kde (kdelibs, librerie di supporto ecc)!  “follia”, “no”, “KDE 5”, “impossibile”, “governance”,”Compatibilità binaria”, “Nokia”, “impossibile” .
    Queste sono le parole che lo stesso Cornelius attribuisce a chi legge per la prima volta questa notizia! Sarebbe un evento epocale che proietta luci nuove sull’intero progetto KDE, una razionalità costruttiva perfetta, un’integrazione assoluta con le librerie principali, una governance che dovrebbe essere totalmente rivista, una grande azienda come Nokia alle spalle! Le prospettive sono infinite e si inizia già a  parlare  di KDE 4.5! Se per la versione 4, le attese degli utenti  riguardavano cose un poco più frivole, per la versione 5 del desktop enviorment riguarderanno la fondamenta, la politica economica e strategica del desktop!
     
    • Riccardo 10:20 il 1 novembre 2010 Permalink | Rispondi

      Per me è pure tardi, Meego 1 sarebbe potuto uscire con una versione “phone” di KDE, facendo risparmiare tempo agli sviluppatori che avrebbero trovato un DE già bello che fatto.

c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla