Mandriva cerca di resistere

La crisi economica che ha stroncato l’azienda a cui faceva capo la distribuzione, il successivo abbandono della maggior parte degli sviluppatori che sono confluiti nel nuovo progetto Mageia lasciano presagire il declino per Mandriva.
I superstiti rimasti nel progetto cercano in tutti i modi di salvare il salvabile; hanno pubblicato una roadmap e si sono posti interessanti obiettivi di sviluppo! tre sono soluzioni importanti, che se implementate rilancerebbero in grande stile  Mandriva 2011. Prima tra tutti RPM5 un fork di RPM in grado di supportare XAR e dotato di risolutore di dipendenze integrato! La turbo patch del kernel che verra’ integrata nella distribuzione anche se non sara’ integrata ufficialmente dallo stesso kernel! Il passaggio a systemd per il processo di avvio, operazione tentato ed abbandonata da altre distribuzioni precedentemente!